Libero Community Blog Video News Mail Search ADSL & Internet
  Cerca le notizie    nel web 
  Mattutino | Newsletter   Meteo 
 
   le nuove news
   come eravamo
   editoriali
   webmagazine
   speciali
   noi2000
   gossip
   internet life
   newsletter

cover girl 
Che razza di Romanoff

Ventitré anni, due figli, un nuovo compagno e un nuovo film dove sarà la terrorista nera Francesca Mambro

Momento magico per Nicoletta Romanoff che dopo il successo ottenuto con "Ricordati di me" si appresta a girare due nuovi film con il suo nuovo compagno Giorgio Pasotti. A 23 anni ha esordito sul grande schermo nel film di Muccino nei panni di Valentina, la provocante lolita decisa a tutto pur di diventare una valletta televisiva di successo. A 22 ha girato il film, a 20 è diventata madre per la prima volta e a 21 per la seconda. Qualcuno l'ha dipinta come un'aliena, una tra la poche donne al mondo che riesce a conciliare maternità, successo, ambizione e bellezza.

In realtà è molto terrestre. Come tutte le vere dive del cinema che si rispettino, vanta già un ex-marito. Ma ha solo 25 anni: riuscirà a migliorarsi con il tempo. Come tutte le vere dive del cinema che si rispettino è fidanzata con un attore di successo, Giorgio Pasotti, ("L'ultimo bacio", Distretto di Polizia", "Volevo solo dormirle addosso") bello come il sole, bello per lo meno quanto lei. Come tutte le dive che si rispettino a volte è scorbutica, imprevedibile, capricciosa. Memorabili le graziose parole indirizzate a Piero Chiambretti durante una trasmissione televisiva nel settembre del 2003: «Fai le stesse stupide domande che fanno tutti» a lei, che scontata non è per niente: è pur sempre la figlia di un senatore di AN, Giuseppe Consolo, mica una così a caso. La sua gavetta deve essere stata dura, la sua grinta giustificata.

Lei ha scelto Romanoff come cognome (quello della madre): fa sicuramente più chic. Se qualcuno pensa ancora sia scontata, peste lo colga. In America dopo l'uscita di "Ricodati di me" lo scorso 3 settembre Stephen Holden, critico del New York Times, ha scritto senza troppi giri di parole: "Più o meno è lei a rubare la scena, risulta assolutamente credibile come materiale post-Britney Spears", dimenticando completamente Monica Bellucci (l'amante di Bentivoglio), nonostante la sua discreta fama negli Usa. Come una vera diva che si rispetti infine, è in arrivo per lei un ruolo impegnativo: sarà Francesca Mambro, la compagna del terrorista nero Giusva Fioravanti (affidato ancora una volta dall'inseparabile Pasotti). Non provate a chiederle perché il produttore Claudio Bonivento abbia scelto proprio lei per questa parte; potrebbe rispondervi a tono. Mica è una scontata, lei.

7  gennaio  2005

 
  dalla rete
Laguna d'oro Nicoletta Romanoff a Venezia
Ricordati di me Intervista a Monica Bellucci
I film nelle sale Sul canale cinema di Libero

vai all'archivio di cover girl

Una carriera
fulminante
Ha fatto il suo esordio al cinema con l’attesissimo "Ricordati di me". Bella, di origini nobili, bionda, con un’aria da lolita (ma è madre di 2 figli) è stata scelta da Gabriele Muccino tra oltre 600 aspiranti. La scelta si è rivelata indovinata. Il ruolo di Valentina le va a pennello. Con Muccino Nicoletta Romanoff ha stretto un proficuo sodalizio concretizzatosi, dopo "Ricordati di me", in "Affinità elettive", cortometraggio d’autore realizzato per pubblicizzare la nuova Lancia Ipsylon. Ha girato un film per la Rai-fiction in coppia con Giorgio Pasotti intitolato "Un anno a primavera" andato in onda su Rai Due. Prossimamente vestirà i panni di Francesca Mambro e sempre in coppia con Pasotti (nei panni di Fioravanti) girerà un film incentrato sulla storia d'amore dei due terroristi neri condannati per la strage di Bologna. Ancora in coppia con Pasotti girerà inoltre "Romeo e Giulietta" un film Tv sulla storia d'amore per eccellenza.
© ITALIAONLINE 2014 - P. IVA 11352961004 -  Pubblicità  - Aiuto  - Info  - Condizioni d'uso  - Privacy  - Libero Easy