Libero Community Blog Video News Mail Search ADSL & Internet
  Cerca le notizie    nel web 
  Mattutino | Newsletter   Meteo 
 
   le nuove news
   come eravamo
   editoriali
   webmagazine
   speciali
   noi2000
   gossip
   internet life
   newsletter

MATRIX 
Un business di nome Matrix

Secondo gli esperti la pellicola incasserà più a bottega che al botteghino

Piccolo sondaggio amatoriale, senza alcuna pretesa di oggettività. Prendete tre riviste a caso, che non hanno niente in comune tra di loro, e sfogliatele bene. Se scovate tre volte la stessa notizia, cominciate a preoccuparvi: stanno cercando di vendervi qualcosa. Che cosa hanno in comune "Io donna" (il "femminile" del Corriere della Sera) "Economy" (supplemento economico di Panorama) e "Il venerdì" (supplemento generalista de "La Repubblica") di questa settimana? Un prodotto. Non è una macchina, non è una crema, non è una moto, non è un computer. È un film e si chiama "Matrix reloaded", il sequel di "Matrix". Non rivoluzionerà il cinema per la trama e gli effetti speciali questo è sicuro: li abbiamo già visti qualche anno fa. In compenso sarà ricordato come un "gioiosa" macchina per far soldi: farà felici più o meno tutti. I produttori, che alla fine della fiera saranno immensamente più ricchi di prima. Le attrici e gli attori, che sono stati strapagati per le loro interpretazioni. Il pubblico che comprerà occhiali, cappotti, videogames, pupazzi, merchandising e riviste fino alla prossima sbornia filmica collettiva.

"Matrix reloaded" assomiglia un po' ad una slot machine scassata che sputa quattrini a più non posso. E ne sputa tanti: nel primo week-end di programmazione il sequel di Matrix ha incassato 93,3 milioni di dollari, meno di "Spiderman" (115 milioni) ma più di "Harry Potter" nella classifica di tutti i tempi. Ma i dati interessanti devono ancora venire, state a sentire: "Matrix" (n.1) è costato 65 milioni di dollari e ne ha incassati 459. "Matrix the reloaded" e "Matrix revolution" (secondo e terzo episodio della saga), girati contemporaneamente, sono costati complessivamente 250 milioni di dollari. Per rendere quanto il primo episodio (7 volte l'investimento iniziale) dovranno incassare, insieme, una cifra superiore al miliardo e mezzo di dollari. Non solo grazie al botteghino però, che raccoglie soltanto il 20% dell'incasso totale. Il 45% dei guadagni infatti deriva dai diritti tv, il 25 dall'home video e il 10% dal merchandising. Quest'ultima percentuale aumenta notevolmente nei casi di film cult come "Jurassic park", "Guerre stellari" e Matrix naturalmente (il ricavato può raggiungere anche il 40% - 50% del totale).

Con un giro di soldi di tali dimensioni, non c'è da stupirsi allora che Keanu Reeves abbia preteso 30 milioni di dollari più il 15% degli incassi per interpretare Matrix 2 e 3; né che gli ultimi 20 minuti del terzo episodio siano costati (per gli effetti speciali impiegati) 40 milioni di dollari, nè infine che "Matrix reloaded" sia citato praticamente ovunque: su quotidani, riviste, in televisione, su internet. Una slot scassata, che distribuisce quattrini a più non posso, fa gola a tutti; che sia anche un buon film non interessa a molti. Anzi: qualcuno, sottovoce, è pronto a giurarvi che la questione è del tutto irrilevante.

23  maggio  2003

  Alessandro Gennari
  dalla rete
Matrix reloaded Il sito ufficiale del film
Monica Bellucci Intervista di News2000
Film in uscita Nel canale cinema di libero.it

  sommario
La rivoluzione 
Verso la trilogia 
Effetto Matrix 
Un business di nome Matrix 
Neo danza sulle note del "nu-metal" 
Più curve, meno emozioni 
Film da record
Nella classifica dei dieci film che hanno incassato di più nella storia del cinema di tutti i tempi "Titanic" (1997) svetta incontrasto. Con un incasso record di un miliardo e 835 milioni di dollari "doppia" "Harry Potter", secondo classificato, che è riuscito a incassare "soltanto" 967 milioni di dollari. In seguito, nell'ordine, abbiamo: "Star Wars episodio I" (1999) con 925 milioni di dollari; "Jurassik Park" (1993) con 920 milioni di dollari; "La compagnia dell'anello" (2001) con 860 milioni di dollari; "Indipendence day" (1996) con 813; "Spiderman"
(2002) con 808; "Guerre stellari" (1997) con 798; "Il re leone" (1994) con 774; ed "E.T. l'extraterrestre"
(1982) con 769,5.
© ITALIAONLINE 2017 - P. IVA 03970540963 -  Pubblicità  - Aiuto  - Info  - Condizioni d'uso  - Privacy  - Libero Easy