Libero Community Blog Video News Mail Search ADSL & Internet
  Cerca le notizie    nel web 
  Mattutino | Newsletter   Meteo 
 
   le nuove news
   come eravamo
   editoriali
   webmagazine
   speciali
   noi2000
   gossip
   internet life
   newsletter

scienza & web 
A9, il motore dei libri

Cercare testi su internet è più facile con la nuova creatura di Jeff Bezos di Amazon.com

"E il calcolo dei dadi più non torna". Chissà di chi è questo verso estrapolato da una poesia a caso, tornata alla mente per un motivo ignoto, misterioso come solo sanno essere i percorsi dei ricordi. Se fino a ieri si potevano consumare inutilmente i neuroni alla ricerca di un suggerimento che venisse in aiuto alla memoria, oggi è internet a dare una mano.

Quel geniaccio di Jeff Bezos, creatore di Amazon.com, la libreria online più grande del mondo, ha pensato di aiutare i navigatori con un motore di ricerca letterario, semplice semplice anche nel dominio. Si chiama A9.com e funziona davvero bene. Inserendo il verso nel campo di ricerca della versione beta del motore si scopre infatti che le parole della poesia "misteriosa" sono di Eugenio Montale, tratte dalla famosissima "La casa dei doganieri".

Il nuovo search engine di Amazon estrae dalla rete tre tipi di risultati: nel web, all'interno di Amazon.com e (il più importante per ricerche letterarie) fra i testi. Per fruire di quest'ultima funzione è necessario avere un account su Amazon. Ma qual è il business di A9? Il motore non è privo di pubblicità: a ogni ricerca vengono infatti abbinati due o più sponsor che, in qualche modo, hanno a che fare con il testo immesso. A volte però gli effetti sono grotteschi. Cercando le parole di un verso di Lucrezio "humana ante oculos" escono fra i risultati due "sponsored link" appartenenti a industrie ottiche: Modernglasses e Topsellingsunglasses. Che cosa c'entrino con Lucrezio non si sa, ma la parola "oculos" deve avere tratto in inganno il motore. D'altra parte, si tratta ancora di una versione beta. Fra le comodità di A9, la possibilità di digitare il testo da cercare subito dopo l'url in maniera molto semplice: www.a9.com/testo. Sul sito è inoltre scaricabile la toolbar per avere A9 integrato nel proprio browser.

Dopo Google, che dal 1998 è divenuto il leader nelle ricerce su internet, sembra che la nuova tendenza da parte dei big della rete sia proprio quella di investire sui motori digitali. Anche Microsoft attraverso il braccio destro di Bill Gates, Steve Ballmer, ha ammesso l'errore di strategia, non avendo investito fino a oggi in un proprio search engine. Entro la fine del 2004 il colosso di Redmond cercherà di metterci una pezza sviluppando in casa un motore basato su nuovi algoritmi di ricerca in grado di competere con gli esistenti, Google in testa.

4  maggio  2004

  Daniele Passanante
  dalla rete
A9 Il nuovo motore di ricerca lanciato da Amazon
Arianna Il motore made in Italy
Google Il primo motore della rete

vai all'archivio di scienza & web

Jeff Bezos
È il fondatore e Ceo di Amazon.com (con sede a Seattle, Washington), uno dei principali siti di e-commerce per la vendita di libri, film e musica su internet: offre oltre un milione di titoli. Dopo la laurea con il massimo dei voti all'università di Princeton in ingegneria elettronica e informatica, nel 1986 Bezos fonda a New York la Fiftel, una società start up ad alto livello tecnologico. Nel 1990 diviene il più giovane vice presidente di Bankers Trust Company. Dal 1990 al 1994 contribuisce alla creazione di una delle più sofisticate compagnie di Wall Street divenendone vicepresidente due anni più tardi. Nel 1999 è uomo dell'anno per la rivista "Times" che gli dedica la copertina come simbolo della nascente era dell'e-commerce.
© ITALIAONLINE 2017 - P. IVA 03970540963 -  Pubblicità  - Aiuto  - Info  - Condizioni d'uso  - Privacy  - Libero Easy