Libero Community Blog Video News Mail Search ADSL & Internet
  Cerca le notizie    nel web 
  Mattutino | Newsletter   Meteo 
 
   le nuove news
   come eravamo
   editoriali
   webmagazine
   speciali
   noi2000
   gossip
   internet life
   newsletter

 
Vade retro pausa caffè

Vita dura per i lavoratori tedeschi: c'è chi non vuole retribuire il tempo passato a fumarsi una sigaretta o a bere un sorso di tè

Quelli che stiamo vivendo sono tempi veramente duri, di grande confusione e instabilità. In Italia come in molti luoghi d'Europa il potere d'acquisto si è ridotto scatenando l'unica attività possibile: il risparmio. A voler spendere di meno non sono solo i ''poveri'' cittadini ma anche le grandi industrie e imprese stritolate dal costo del lavoro. Un chiaro esempio lo fornisce la Germania, che per migliorare la produttività e ridurre i costi sta pensando di allungare l'orario di lavoro, ridurre le festività e abolire le 'indispensabili' pause caffè e sigaretta.

Se da una parte il cancelliere Gerhard Schroeder chiede ai propri connazionali di cogliere il periodo natalizio per sostenere l'economia, dall'altra ci sono figure come l'economista, Norbert Walter della Deutsche Bank che ha proposto di tagliare dai salari le pause dei dipendenti. «Chi vuole fumareo bere té durante l'orario di lavoro deve poterlo fare anche in futuro, ma non si può pretendere che il datore di lavoro paghi anche per le pause per la sigaretta o il té». Secondo l'esperto, in futuro la retribuzione dovrebbe coprire solo l'orario di lavoro effettivo: ciò ridurrebbe il costo del lavoro delle imprese.

La proposta ha incontrato l'appoggio dell'opposizione Cdu, ma non solo: «È ingiusto nei confronti dei non fumatori pagare le pause fumo dei fumatori», ha dichiarato il deputato cristiano democratico Michael Fuchs. Anche secondo il portavoce economico del partito socialdemocratico (Spd) di maggioranza relativa, Klaus Brandner, «le parti sociali dovrebbero verificare se non abbia senso sopprimere le pause di lavoro pagate». E ancora: «Bisogna far sì che oltre le pause fissate per legge sia retribuito solo il lavoro reale», ha detto l'esperto liberale Fdp Dirk Niebel.

Per il dipendente tedesco quindi, si prevedono giornate senza caffeina e nicotina, provvedimenti sicuramente utili per la salute, ma non per l'umore.



27  novembre  2004

  Gianbattista Pinna
  dalla rete
Un blog per smettere di fumare Una versione moderna delle terapie
Mobbing Oltre 2 milioni i dipendenti che subiscono molestie sul lavoro
Articolo 18 cosa dice il referendum

vai all'archivio di economia

Le tute blu imparano l'inglese
Imparare o migliorare il proprio inglese divertendosi al cinema e rivedendo film che hanno fatto
storia, come un ''Un pesce di nome Wanda'', ''Nothing Hill'' e ''Airforce
One''
. Accade alla Fiat di Mirafiori, dove i dipendenti tutte le settimane possono usufruire, durante la pausa pranzo della proiezione di film in inglese con sottotitoli in lingua originale.
L'iniziativa si chiama ''Cineclic'' e permette ai dipendenti che lavorano nel comprensorio di Mirafiori di assistere, alle proiezioni. Per prenotare è sufficiente collegarsi sul sito intranet di Fiat Auto dove sono disponibili trame, glossari dei film proposti.
© ITALIAONLINE 2017 - P. IVA 03970540963 -  Pubblicità  - Aiuto  - Info  - Condizioni d'uso  - Privacy  - Libero Easy