Libero Community Blog Video News Mail Search ADSL & Internet
  Cerca le notizie    nel web 
  Mattutino | Newsletter   Meteo 
 
   le nuove news
   come eravamo
   editoriali
   webmagazine
   speciali
   noi2000
   gossip
   internet life
   newsletter

 
E-learning, mercato in crescita costante

Anee-Assiform: oltre 428,8 milioni di fatturato nel 2004 per la formazione a distanza made in Italy con una crescita del 67,3% rispetto a solo un anno fa

Oltre 428,8 milioni di euro a fine 2004 con un incremento del 67,3% rispetto a solo un anno fa quando il mercato italiano della formazione online si aggirava intorno ai 256,3 milioni con una crescita del 136,4% tra il 2002 e il 2003. Questa la fotografia scattata dall'Osservatorio Anee-Assiform sullo stato dell'e-learning in Italia con la collaborazione del Cnipa (Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione) e il patrocinio del ministero dell'Innovazione e le Tecnologie.

Un trend decisamente positivo destinato, secondo le previsioni, a continuare nei prossimi anni, anche se a ritmi più contenuti, e registrato nonostante l'andamento in controtendenza dell'economia nel suo complesso. «Il mercato italiano dell'e-learning conferma - ha commentato Roberto Liscia, presidente di Anee - la sua forte crescita per il terzo anno consecutivo nonostante il ciclo congiunturale negativo. Anzi, probabilmente, proprio questo rallentamento della crescita generale, ha portato molte aziende a fare serie analisi sull’economicità dei processi formatici tradizionali, orientandole verso strade innovative e tecnologicamente più avanzate».

Da sottolineare come il 30,4% dell'e-learning deriva dalla formazione erogata da strutture interne mentre il 69,9% da fornitori esterni. Inoltre, circa il 22,1% proviene da progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo o da fondi pubblici. E ancora, a investire maggiormente nel settore sono soprattutto le grandi aziende passate, nell'ultimo anno, da 82,5% a 87,4% dell'intero fatturato del settore. Più contenuta invece la spesa delle università anche se negli anni è cresciuta la percentuale di atenei che offrono percorsi alternativi passando dal 73% nel 2003 all'83% nel 2004 (il 14% si dichiara intenzionato a proporla tra breve).

Ancora diversa la situazione della Pubblica amministrazione dove la formazione hi-tech risulta ancora in fase evolutiva e la domanda supera di poco i 12 milioni di euro. Una crescita che rimane lontana dall'obiettivo del 30% del totale dell'investimento indicato dalle linee guida del ministro Stanca per il 2006.

A ricorrere a percorsi formativi più economici e innovativi anche il settore della Sanità che, per la prima volta preso in esame dalla ricerca Anee-Assiform, fa prevedere un incremento significativo di questi servizi nei prossimi anni giustificato dall'introduzione dell'educazione continua in medicina che comporta costi ingenti, sia per sostenere i corsi di formazione, sia per le ore lavorative lasciate scoperte.

13  ottobre  2004

  Marcella Gaudina
  dalla rete
Il Pinguino alla conquista del mondo I grandi dell'IT temono Linux
Pc obsoleto? Ahi, ahi Minacciano la competitività
Wearable hi-tech Tecnologia minuscola

vai all'archivio di economia

Il pc? Meglio
se portatile
Aziende e famiglie italiane non hanno dubbi: il pc èmeglio portatile. Una vera e propria mania che nel primo semestre del 2004 ha fatto sì che su 10 computer venduti 4 fossero dei note-book. A dirlo, un rapporto Assinform sull'andamento dell'Information Technology che sottolinea come gli acquisti di portatili nel periodo considerato, rispetto allo stesso dello scorso anno, sono cresciuti del 39,8%: da 459.860 a 642.910. Nel complesso le vendite di computer sono comunque aumentate del 21,2%, per un totale di 1.564.035 personal computer nuovi di zecca. La corsa ai pc fissi pur sostenuta (+11,9%) conosce comunque un rallentamento.
© ITALIAONLINE 2017 - P. IVA 03970540963 -  Pubblicità  - Aiuto  - Info  - Condizioni d'uso  - Privacy  - Libero Easy