Libero Community Blog Video News Mail Search ADSL & Internet
  Cerca le notizie    nel web 
  Mattutino | Newsletter   Meteo 
 
   le nuove news
   come eravamo
   editoriali
   webmagazine
   speciali
   noi2000
   gossip
   internet life
   newsletter

 
Il pasticcere
più bravo d'Italia

Si chiama Gaetano Mignano, ha 28 anni e la sua pasticceria è a Monte di Procida in provincia di Napoli

È il Maradona della pasticceria italiana, il Riccardo Muti del semifreddo, il Picasso del cioccolato. Si chiama Gaetano Mignano, ha 28 anni e la sua pasticceria è a Monte di Procida in provincia di Napoli. È lui il pasticcere più bravo d'Italia. Lo scorso fine gennaio ha vinto i campionati italiani che si sono svolti nell'ambito del Sigep, il Salone internazionale della pasticceria che si svolge ogni anno a Rimini. Con la vittoria sono arrivati il successo professionale, il richiamo dei media e, ovviamente, nuovi clienti.

Perché ha deciso di fare il pasticcere?
Ho raccolto il testimone di una tradizione familiare nell'arte della pasticceria iniziata con mio nonno e successivamente con mio zio.

Quali sono le opere di pasticceria che le riescono meglio?
Mi riesce molto bene la lavorazione del cioccolato, ma anche i semifreddi e la pasta di ghiaccio.

Come vanno gli affari adesso che è diventato campione?
Non posso negare che non ci sia stato un afflusso maggiore in pasticceria. Ovviamente la pubblicità fatta dai media ha allargato la mia clientela. Io lavoro in un paese di periferia, qui ci conosciamo tutti. Grazie ai giornali e alla tv, invece, è arrivata anche molta gente da fuori.

Che consiglio si sente di dare ai giovani che vogliono intraprendere questo lavoro?
Ai giovani suggerisco di avere molta pazienza, di cimentarsi, di impegnarsi tantissimo, di aggiornarsi sempre attraverso lo studio di nuove tecniche e la frequenza di corsi di aggiornamento.

E lei come si tiene aggiornato?
Io sono aderente all'Associazione pasticceri napoletani, dove si fanno corsi di aggiornamento con l'obiettivo di migliorare sempre le nostre tecniche e la nostra preparazione. Spesso chiamiamo grandi pasticceri di caratura internazionale per ascoltare i loro consigli e imparare sempre cose nuove.

Ci svelerebbe un segreto, un ingrediente particolare che utilizza nel suo lavoro?
Ogni pasticcere ha i propri segreti. Se li rivelassi che segreti sarebbero...

28  febbraio  2004

  Mauro Milesi
  dalla rete
Libero Cucina Tutto per la gola
Sigep Salone internazionale su pasticceria e gelateria
Conpait Confederazione pasticceri italiani
  articoli correlati
Roberto Sebastianelli Il campione del mondo degli chef

vai all'archivio di attualità

Il campionato
La competizione è stata promossa dal Conpait-Confederazione, ha impegnato a fine gennaio i migliori pasticceri italiani giunti a Rimini dopo aver superato le selezioni regionali e suddivisi nelle categorie seniores e juniores. I partecipanti a entrambi i campionati hanno dovuto cimentarsi sul tema "Forme, sapori e profumi della Primavera". I giovani hanno prodotto una torta a tre piani per circa 30 persone, oltre a un elaborato di presentazione del dolce. Il campionato seniores prevedeva invece la realizzazione di una torta a cinque piani, la produzione in diretta di un totale di 60 cioccolatini suddivisi in cinque tipologie e, anche in questo caso, un elaborato di illustrativo.
© ITALIAONLINE 2014 - P. IVA 11352961004 -  Pubblicità  - Aiuto  - Info  - Condizioni d'uso  - Privacy  - Libero Easy